mercoledì 01 febbraio 2012 11:54 < Indietro

Pane: Compagnon, importazioni dubbie nel Nord-Est

Scenari inquietanti, Governo chiarisca

Interrogazione dell'onorevole Angelo Compagnon (Udc) al governo per "fare piena luce sulla notizia secondo cui più della metà del pane venduto nei supermercati e consumato nelle mense e nei bar proviene da forni della Romania, della Repubblica Moldova e della Repubblica di Slovenia. Una parte del prodotto importato - riferisce Compagnon - verrebbe cotto in forni a gestione familiare ove si utilizzerebbe legna di dubbia provenienza: addirittura scarti di bare, residui di traslochi e scheletri di fabbriche dismesse, persino pneumatici. Uno scenario inquietante". Una recente inchiesta giornalistica condotta da un noto settimanale ha riveltato che il pane diretto al Nord, in particolar modo in Veneto e in Friuli Venezia-Giulia, viaggia su tir frigoriferi e in aereo. "Mi auguro - sottolinea l'esponente centrista - che l'esecutivo smentisca queste ipotesi. Tanto per il Made in Italy, motore trainante della nostra economia, quanto per la sicurezza alimentare sarebbe un colpo durissimo".
X