mercoledì 25 luglio 2012 09:09 < Indietro

FVG: Compagnon, stop contrabbando nei valichi

L’esponente centrista: "Governo intensifichi controlli"

Roma, 25 LUG - Interrogazione dell'onorevole Angelo Compagnon (Udc) al governo sui traffici e sulle spedizioni tra Italia e paesi dell'Est, in particolare Slovenia, Ucraina, Moldavia e Bielorussia privi delle necessarie autorizzazioni.

"Un fenomeno preoccupante - spiega l'esponente centrista - che si sta espandendo per volume e frequenza. Ogni giorno, con particolare intensità nei fine settimana e in occasione di particolari festività, si stima che sulla rete viaria di confine transitino almeno centinaia e centinaia di automezzi carichi di sigarette di contrabbando, alcolici, generi alimentari non certificati e rimesse di denaro che gli immigrati spediscono alle loro famiglie residenti nei paesi di origine. Occorre un giro di vite su un tipo di concorrenza tanto sleale quanto illegale attraverso un'intensificazione dei controlli nei valichi autostradali goriziani".

"Le Forze dell’ordine - si legge nel documento presentato dall'esponente centrista - hanno riscontrato che ogni automezzo può arrivare a trasportare 1.500- 3.500 chili di pacchi, talvolta contenenti i proventi di furti compiuti in Italia. Nonostante il blitz della Polizia stradale dello scorso marzo nel casello autostradale di Porpetto, in provincia di Udine, durante il quale sono stati controllati, sanzionati circa cento furgoni, il traffico è ripreso con la stessa intensità".


"Il danno subìto dalle società italiane operanti in Friuli Venezia Giulia specializzate nel settore del corriere internazionale espresso e della logistica - sottolinea Compagnon - e' enorme cosi' come la contrazione del volume di affari e dei posti di lavoro".

X