mercoledì 03 ottobre 2012 10:05 < Indietro

FVG: COMPAGNON, BENE RIDUZIONE CONSIGLIERI

"Tutto è perfettibile, come sempre, ma l'importante era cominciare dando un segnale concreto della volontà di innovare il nostro ordinamento a partire dalla riduzione dei costi della politica e del numero dei consiglieri. Non va tuttavia dimenticato che il Friuli Venezia-Giulia é stata la prima regione in Italia ad aver ridotto il numero dei consiglieri regionali e ad aver contenuto il debito pubblico regionale, pur sobbarcandosi il costo totale della sanità. Le ragioni che ne giustificano la 'specialità' pertanto sussistono ancora oggi e come tali vanno difese, soprattutto nel rispetto delle autonomie e delle minoranze". Lo ha affermato il deputato dell'Udc Angelo Compagnon intervenendo durante la dichiarazione di voto favorevole dell'Udc durante l'approvazione delle proposte di legge costituzionali di modifica dello statuto del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni a statuto speciale. Qui non si tratta di alimentare scontri tra regioni a statuto speciale e regioni a statuto ordinario, ma - ha sottolineato l'esponente centrista - di tutelare le amministrazioni virtuose sempre con un'attenzione particolare ai problemi dei cittadini e perseguendo il bene comune. Per lo stesso motivo anche Camera e Senato devono farsi carico della riduzione dei parlamentari".
X