lunedì 02 agosto 2010 08:12 < Indietro

Trasporti: Compagnon, da CAI-ALITALIA ripresi disservizi e ritardi clamorosi

Venerdì 30 luglio oltre 5 ore sul Roma-Trieste, immediate iniziative parlamentari
"Governo e Regione Friuli Venezia Giulia riflettano"

"Venerdì 30 luglio Cai-Alitalia ha dato per l'ennesima volta il peggio di sé dimostrando di essere una compagnia di bandiera da terzo mondo. Senza fornire alcuna informazione e la minima assistenza da parte del personale di terra, i passeggeri del volo Roma-Trieste delle 17.20 sono stati abbandonati al loro destino, rimanendo di fatto ostaggio di un 'sequestro' al buio: oltre cinque ore di ritardo con l'incubo di non poter nemmeno tornare a casa o di dormire in aeroporto in attesa di un miracolo". Lo riferisce in una nota l'onorevole Angelo Compagnon, componente della Commissione Trasporti della Camera e coordinatore Udc del Friuli Venezia-Giulia, tra i passeggeri del volo Roma-Trieste delle 17.20, che ieri ha subito un ritardo di oltre cinque ore e che purtroppo non è stato un caso isolato. E dire - sottolinea l'esponente centrista, che annuncia immediate iniziative parlamentari - che solo tre giorni fa esprimevo nell'Aula di Montecitorio, nei confronti della compagnia, la personale soddisfazione per il ripristino del volo Trieste-Milano Linate ancorché con il contributo di risorse della Regione Friuli Venezia-Giulia. Ma se questo è il modo con cui Cai-Alitalia vuol continuare, a fronte dei tanti proclami di efficienza, allora una pausa di riflessione sui disservizi e i ritardi clamorosi dei suoi voli, che negli ultimi giorni hanno battuto ogni record negativo, sarà quanto mai opportuna".

X