giovedì 30 settembre 2010 01:15 < Indietro

Trasporti: Compagnon, su cabotaggio é ancora concorrenza sleale

Più controlli su vettori dell'Est

"Nonostante le nuove norme introdotte dall'Unione europea, la concorrenza sleale da parte di alcuni paesi dell'Est in materia di cabotaggio ai danni delle imprese del Triveneto, in particolare del Friuli Venezia-Giulia, non cessa a diminuire. Da parte sua, il Governo qualcosa ha fatto, ma non basta. La disparità di trattamento c'è ancora. Occorrono misure più severe e controlli più puntuali e rigorosi nei confronti di Paesi, come la Slovenia, che godono di condizioni più favorevoli rispetto ai costi di esercizio". E' quanto propone il deputato dell'Unione di Centro Angelo Compagnon, componente della Commissione Trasporti della Camera in un'interpellanza al Ministro Altero Matteoli e al Ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, sulle attività di cabotaggio effettuate da vettori stranierii. Una nuova disciplina in materia di trasporto di persone e merci - suggerisce l'esponente centrista - garantirebbe il pieno rispetto di una leale concorrenza fra gli operatori degli Stati membri dell'Unione europea. L’autotrasporto rappresenta un asset fondamentale per il sistema Paese. Non si può più soprassedere sulla mancata applicazione o addirittura il non pagamento dell'Iva per i servizi di noleggio effettuati in Italia".

X