giovedì 23 giugno 2011 01:23 < Indietro

Salute: Compagnon, Governo indennizzi emotrasfusi contagiati

Interrogazione del parlamentare centrista al Ministro Fazio
"Sui mancati indennizzi agli emotrasfusi occorre un giro di vite. Ci sono cittadini danneggiati irrimediabilmente da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati che attendono da anni il giusto riconoscimento economico nonostante abbiano a loro favore fior fior di sentenze che danno loro ragione". E' quanto sollecita il deputato dell'Udc Angelo Compagnon in un'interrogazione al ministro della Salute, Ferruccio Fazio.
"Non solo sentenze - precisa l'esponente centrista -: il ministero della Salute ha ricevuto addirittura ingiunzioni di risarcimento, diffide e solleciti ad adempiere. Nonostante ciò, il ministero non procede quasi mai agli indennizzi dovuti, oppure lo fa solo parzialmente e con una lentezza che definirei colpevole se consideriamo l’irreversibilità e mortalità delle malattie di cui parliamo: Aids, epatite C o B. E' una inaccettabile insolvenza da parte dello Stato. Dopo quasi vent'anni dall’approvazione della legge 210/92, si continua a rinviare l’adozione di un provvedimento legislativo che garantisca l’avvio effettivo dei risarcimenti. E dire che, il 5 maggio scorso, il consiglio dei Ministri rinviava l’esame del decreto-legge che attribuiva un indennizzo straordinario per queste persone imputando il rinvio a <<tecnicismi che dovranno essere verificati>>...".
X