mercoledì 16 giugno 2010 08:00 < Indietro

Interrogazione sull'affissione di una vignetta nelle aule dell'Istituto scolastico "G.Bianchi" di Codroipo

Interrogazione a risposta orale 3-01122 presentata da ANGELO COMPAGNON

COMPAGNON - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, al Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione. - Per sapere - premesso che:

un docente di disegno ed educazione artistica dell'istituto scolastico superiore di 1o Grado «G. Bianchi» di Codroipo (Udine) recentemente affiggeva o, comunque, permetteva l'affissione nell'aula di educazione artistica della scuola, di una vignetta satirica, di cui peraltro era autore;

tale vignetta raffigurava, tra gli altri, l'ex sindaco e l'ex vicesindaco del comune di Varmo (quest'ultima, consigliere comunale in carica) ed aveva un esplicito intendimento diffamatorio e denigratorio nei confronti dei medesimi;

la figlia minorenne dell'ex sindaco - allieva del predetto istituto scolastico - rimaneva profondamente turbata dalla visione di tale vignetta che ridicolizza e svilisce la dignità personale del di lei genitore paterno;

un ambiente scolastico dovrebbe mantenersi il più possibile lontano da vicende che nulla hanno a che vedere con lo svolgimento delle normali attività didattico-formative dell'istituzione scolastica e che assumono, al contrario, le ambigue caratteristiche di un attacco personale dovuto - ad avviso dell'interrogante - anche a motivi politici, oltre a scatenare un'inaccettabile offensiva ai danni degli ex amministratori del comune di Varmo;

non risulta all'interrogante che, a tutt'oggi, la dirigente scolastica dell'istituto «G. Bianchi» - la quale, pure, ha manifestato la propria personale solidarietà all'allieva e alla di lei famiglia - abbia adottato dei provvedimenti nei confronti del docente di disegno ed educazione artistica dell'istituto suddetto -:

quali iniziative i Ministri interrogati intendano adottare, per quanto di loro competenza, allo scopo di tutelare il sereno esercizio delle funzioni proprie dell'attività scolastica nonché la tranquillità emotiva di allievi minorenni. (3-01122)

X