giovedì 18 novembre 2010 11:33 < Indietro

Interrogazione orale al Ministro dell'Interno per fare chiarezza sui concorsi per assumere a tempo indeterminato migliaia di unità di personale delle forze dell'ordine.

COMPAGNON – Al Ministro dell’Interno - Per sapere – premesso che:

Il 30 luglio 2010 il Ministero dell’Interno – Dipartimento della pubblica sicurezza Direzione Centrale per le risorse umane bandiva un concorso n. 333-B/12E.4.10, per titoli ed esami, per il reclutamento di n. 1600 allievi agenti della Polizia di Stato, riservato, ai sensi dell’art. 16 della legge 23 agosto 2004, n. 226, ai volontari in ferma prefissata di un anno, ovvero in rafferma annuale, di cui al capo II della medesima legge, in servizio o in congedo.

L’art. 1, comma 6 del predetto bando di concorso stabilisce tuttavia che: “Il Capo della Polizia – Direttore generale della Pubblica sicurezza, in relazione all’applicazione di disposizioni in materia di contenimento della spesa pubblica, si riserva la facoltà di revocare o annullare il presente bando, nonché di differire o di contingentare l’ammissione dei vincitori alla frequenza del prescritto corso di formazione (…)”.

Di contro agli annunci ampiamente pubblicizzati del Governo in merito al tema dell’ordine pubblico e sicurezza, nonché alla necessità di rafforzare gli organici del relativo comparto, il summenzionato bando si configura come un concorso “con riserva”, condizionato cioè all’effettivo reperimento della copertura finanziaria.

Con DPCM 21 settembre 2010 il Ministero della Difesa - Arma dei Carabinieri ed il Ministero dell’Interno - Polizia di Stato sono autorizzati a procedere, per l’anno 2010, all’assunzione a tempo indeterminato, rispettivamente di 2315 carabinieri e 2033 agenti di Polizia di Stato.

Il perfezionamento formale del suddetto DPCM sta tuttavia tardando, non essendo stato ad oggi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - :

se intenda fare definitiva e complessiva chiarezza in merito alle assunzioni a tempo indeterminato di carabinieri ed agenti di polizia di Stato, di cui ai bandi di concorso citati in premessa e se esista seriamente l’incognita della “riserva”.

qualora le assunzioni fossero confermate, se intenda tenere nella dovuta considerazione le forti criticità relative al sotto organico della Questura di Udine, ai fini dell’assegnazione delle nuove unità di personale di forze dell’ordine.

18 novembre 2010

3-01333

Il RINGRAZIAMENTO PER ALCUNI RISULTATI OTTENUTI

Illustrissimo Onorevole,
in relazione al Tuo intervento sulla carenza organica presso il Commissariato di Cividale del Friuli,
segnalo che con disposizione ministeriale sono stati assegnati nr. 2 operatori di Polizia.
In tempi di estrema difficoltà uno spiraglio di luce.
Ti ringrazio personalmente ed a nome del SIAP.
Vice Segretario Regionale SIAP
Luca Papa
X