mercoledì 05 maggio 2010 12:00 < Indietro

Interrogazione sulla copertura della banda larga nel Paese

Interrogazione a risposta orale 3-01047 presentata da ANGELO COMPAGNON

COMPAGNON. - Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione.- Per sapere - premesso che:

l'amministrazione comunale di Pagnacco, in provincia di Udine, dopo aver proceduto a modificare il proprio regolamento comunale di intervento nel sottosuolo, affinché Telecom Italia potesse dar corso alla posa della fibra ottica necessaria per la cablatura e l'installazione delle apparecchiature, avviava con la stessa azienda il prescritto iter procedurale;

il 7 luglio 2009 Telecom Italia presentava, a sua volta, ad Autostrade per l'Italia la richiesta di autorizzazione per l'allacciamento della fibra ottica dal territorio comunale all'autostrada A-23 Alpe-Adria;

a distanza di dieci mesi, Autostrade per l'Italia non ha ancora accordato la propria autorizzazione, con la conseguenza che il territorio del comune di Pagnacco e buona parte dell'hinterland udinese, ancora oggi, non sono coperti da ADSL;

la realizzazione della banda larga rappresenta una risorsa fondamentale per lo sviluppo di un territorio e uno strumento importante per innescare un circolo virtuoso, particolarmente in un momento di crisi come l'attuale;

a tutt'oggi, si stima che circa dieci milioni di cittadini italiani non abbiano ancora accesso alla banda larga e che esistano vaste aree del territorio nazionale non ancora servite da tale tecnologia, con grave nocumento per i privati, per le imprese e per la competitività dell'intero sistema-Paese;

per sopperire alla mancata copertura della banda larga, la connessione satellitare rappresenta ancora un'alternativa costosissima e non risolutiva -:

se non ritengano opportuno nell'ambito delle proprie competenze, assumere iniziative nei confronti di Autostrade per l'Italia, al fine di dar tempestivamente corso alla richiesta di Telecom Italia s.p.a. volta ad ottenere da Autostrade per l'Italia l'autorizzazione di cui in premessa necessaria all'attivazione della banda larga nel territorio del comune di Pagnacco e di buona parte dell'hinterland udinese;

se non ritengano opportuno avviare una mappatura della reale situazione della rete della banda larga nel nostro Paese, al fine di individuare l'eventuale presenza di zone geografiche discriminate rispetto tale servizio. (3-01047)
X