mercoledì 20 giugno 2012 10:06 < Indietro

Intervento per dichiarazione di voto sull'emendamento 3.5 (cofirmato da Compagnon e respinto) al decreto-legge sulla riforma della protezione civile. AC 5203-A

COMPAGNON. Signor Presidente, qui non sono in discussione nuovi poteri dei commissari, qui si tratta di dare una proroga di un certo periodo - più o meno lunga - ai commissari che hanno ben chiare le loro competenze. Noi sappiamo quanto ritardo ha il nostro Paese rispetto alle infrastrutture e gli assi importanti nord-sud e ovest-est sono sempre stati quelli che hanno permesso un certo sviluppo, soprattutto per quanto riguarda il Corridoio 5 e la necessità impellente della terza corsia - anzi direi che la terza corsia in questo momento, come dimostra il tratto Venezia-Milano, è insufficiente, ci sarebbe bisogno già della quarta corsia. Quindi la necessità della terza corsia per lo sviluppo, per non essere ghettizzati, soprattutto per la parte est del Paese è necessaria. Il commissario non gestisce la parte economica, non va alla ricerca dei finanziamenti, ma affronta solo la parte normativa e burocratica e la può snellire. Quindi la necessità di uno snellimento dei tempi per la realizzazione di infrastrutture fondamentali non per una parte, ma per tutto il Paese. Allora, la proroga fino alla fine dell'anno, o meglio fino al compimento, o alla conclusione o finché non sarà necessario, di queste infrastrutture mi sembra un dovere, un senso di responsabilità. Bisogna mettere da parte le beghe politiche e le legittime aspettative o posizioni politiche. In questo caso si tratta tutti assieme di capire una cosa: se il commissariamento che è già stato dato da tutti era stato dato in questo senso - ed è stato dato in questo senso -, perché adesso non va più bene? Non va più bene probabilmente perché siamo vicini alle scadenze elettorali, sono convinto che questo Parlamento debba guardare soprattutto agli interessi del Paese e in questo momento snellire i tempi per realizzare le opere è la cosa più importante. Per queste ragioni mi associo alla possibilità di una sospensione per capire se c'è un po' di responsabilità e di buon senso da parte di tutti nel trovare un punto in comune, diversamente io chiedo alla Presidenza di apporre la mia firma agli emendamenti Lanzarin 3.5, Contento 3.200 e agli identici emendamenti Milanato 3.6 e Lanzarin 3.8. Ciò anche in difformità magari dalle indicazioni che possono o potranno venire dal mio gruppo, perché credo, conoscendo anche bene una parte delle quattro richieste di proroga, quanto sia necessario fare presto, fare in fretta e ovviamente fare bene.

X