martedì 01 marzo 2011 10:03 < Indietro

Dichiarazione sull'ordine dei lavori in merito alla posizione del voto di fiducia sulla risoluzione in materia di federalismo fiscale municipale.

COMPAGNON. Signor Presidente, alla luce delle dichiarazioni che lei ha testè svolto ed al di là del mero discorso organizzativo, intervengo soltanto per stigmatizzare il fatto della quarantatreesima posizione della questione di fiducia: ormai il numero non si conta più, al di là del fatto che abbiamo concordato questo tipo di organizzazione in sede di Conferenza dei presidenti di gruppo. Tuttavia questa volta la questione di fiducia, come ci ha spiegato il Ministro, è dovuta al fatto che dovrebbe essere rafforzativa rispetto al contenuto. Senza entrare nel merito dico che forse questo non è vero, perché, se così fosse, si sarebbe dovuta porre la questione di fiducia anche al Senato. Io credo invece e sono molto preoccupato del fatto che vi sia sempre più un tentativo di percorrere una scorciatoia rispetto alle regole e rispetto al lavoro del Parlamento. Credo che questa sia l'ennesima dimostrazione che forse la china non è quella giusta nel rispetto delle istituzioni. Era soltanto una sottolineatura, senza nulla togliere al rapporto di rispetto che ci deve essere in quest'Aula nei confronti della maggioranza, del Governo, ma anche dell'opposizione, che invece vedo continua a venire sempre meno, perché forse questa volta non vi era alcuna motivazione per porre la questione di fiducia, se non quella probabilmente di una paura interna alla maggioranza stessa (Applausi dei deputati dei gruppi Unione di Centro e Futuro e Libertà per l'Italia).

X