martedì 05 aprile 2011 09:04 < Indietro

Intervento in riferimento all'informativa urgente del Governo sulle misure adottate in relazione all'eccezionale flusso di immigrazione verso l'isola di Lampedusa,

COMPAGNON. Signor Presidente, anche da parte del gruppo dell'Unione di Centro si ricorda che, come peraltro ha già anticipato il collega Cambursano, la scorsa settimana fu proprio il presidente Casini a chiedere, più volte e in maniera forte, la presenza del Ministro dell'interno per informare il Parlamento di quanto stava accadendo, non solo in ordine all'arrivo di questo numero altissimo di clandestini, di sfollati e di tante altre persone ma, soprattutto, per capire effettivamente qual era la situazione, che è una situazione d'emergenza anche a livello nazionale, perché evidentemente prevenire questo flusso di immigrati è fondamentale. Capiamo anche che il Governo stia lavorando in un momento anche di difficoltà. Capiamo anche che oggi il Ministro Maroni sia giustamente impegnato per dare una prima risposta a questa situazione, ma certamente il Paese non può aspettare molto per sapere realmente come stanno le cose. A noi, e a me personalmente, non interessa quello che faranno i Ministri e i sottosegretari sugli altri provvedimenti. Quando esamineremo gli altri provvedimenti cercheremo anche noi di dire la nostra. Ci interessa, invece, che venga data immediatamente - e credo proprio di poter dire al rientro del Ministro dell'interno dalla Tunisia - una risposta in Parlamento. Qualsiasi momento, purché sia immediato, è il momento buono, perché dobbiamo capire due cose: prima, se questi flussi sono gestibili in qualche modo, perché questa è un'emergenza; seconda, dobbiamo cercare di non dare origine, nel nostro Paese, a reazioni da parte dei nostri cittadini. Infatti, non sapere dove, come e in che modo vengono smistate queste persone crea veramente un'eccitazione e una reazione che certe volte possono essere giustificate se, appunto, non vengono esattamente - con chiarezza e con trasparenza - indicate dal Governo le ragioni.
Pertanto, signor Presidente, le chiedo di farsi carico di tale questione e di rivolgersi al Governo affinché al suo rientro il Ministro Maroni, qualunque sia l'ora o il giorno, ma spero oggi, venga a riferire alla Camera.

X