giovedì 26 gennaio 2012 13:01 < Indietro

Intervenuto sulla morte per soffocamento di una bambina

COMPAGNON. Signor Presidente, intervengo solo per ricordare che ieri, purtroppo, è morta una bambina di soli tre mesi, in un asilo, a seguito di un rigurgito. Lo dico perché purtroppo di fatti analoghi è costellato il nostro Paese da tanti anni a questa parte. Non ci sono molte iniziative che tendono a fare qualcosa in questo senso, perché il più delle volte ciò non accade per motivi particolari, ma perché gli effetti delle manovre effettuate in quel momento sono concitate o non si sa come farle. Si presume, anzi, è dimostrato, che non ci sia una preparazione adeguata negli asili, nelle scuole e nella società complessivamente, che renda le persone in grado di capire, quando si verificano questi episodi, come muoversi. Lo dico perché già nel 2010, a fronte di una serie di fatti analoghi, avevo presentato un'interrogazione al Governo per cercare di sensibilizzarlo al fine di adottare alcune iniziative, usando quel know how che c'è già, attraverso la Croce Rossa, divulgandolo nelle scuole. A fronte dell'ennesimo, purtroppo, fatto, drammatico, sollecito il Governo affinché risponda a questa interrogazione, non tanto per rispondere al sottoscritto, ad un parlamentare, ma per trovare degli elementi in grado di anticipare e soprattutto prevenire fatti analoghi.

X