martedì 21 luglio 2009 01:43 < Indietro

Dichiarazioni per illustrare i propri emendamenti al Ddl Disposizioni in materia di sicurezza stradale (A.C. 44 e abb.-B)

COMPAGNON osserva che l'innalzamento a 70 anni del limite di età per la conduzione dei mezzi pesanti non risponde a finalità di sicurezza. Condivide la necessità, espressa dai colleghi che l'hanno preceduto nel dibattito, di fare una riflessione più generale, tenendo conto anche delle decisioni che saranno assunte sull'età pensionabile. Non condivide la logica di calibrare le disposizioni in materia in materia di sicurezza stradale sulla base dei dati statistici. Fa presente che se questa logica fosse seguita in modo stringente, dovrebbero essere eliminate tutte le disposizioni che inaspriscono l'apparato sanzionatorio per la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, dato che i relativi incidenti si sono apri a circa il 3 per cento del totale. Osserva che la presentazione di un certificato in sede di primo rilascio della patente non costituisce una garanzia rispetto al futuro riguardo al non abuso di alcol o alla mancata assunzione di sostanze stupefacenti. Ritiene inoltre che la presentazione di un certificato costituisca un aggravio burocratico per coloro che non assumono sostanze alcoliche o stupefacenti. In ragione tuttavia dell'esigenza prioritaria di salvaguardare la sicurezza, ritira i propri emendamenti 23.3 e 23.4. Considera eccessivo l'aumento delle sanzioni di un terzo in caso di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico inferiore a 0,8 grammi per litro, se l'infrazione è commessa in alcune ore della notte. Osserva che la medesima infrazione dovrebbe essere punita in modo omogeneo in qualunque ora essa venga commessa; evidenzia che in questo caso si tratta di infrazioni nel caso in cui il conducente abbia con un tasso di ebbrezza alcolica non elevato. Ritira, infine, l'emendamento a propria firma 42.3. Osserva che durante l'esame in sede referente è stato dichiarato inammissibile l'articolo aggiuntivo a propria firma 54.01, volto ad introdurre uno specifico divieto di esercitare attività sportive e lasciare liberi gli animali nelle aree di servizio e di sosta autostradale. Osserva che quella proposta emendativa era stata presentata dopo un ampio confronto con i soggetti interessati. Intende in ogni caso procedere alla votazione del proprio emendamento 54.1 che prevede la soppressione dell'articolo 54, che interviene sulle aree di servizio autostradali, ponendo eccessivi vincoli alla somministrazione e vendita di bevande alcoliche e superalcoliche.

X