venerdì 25 febbraio 2011 12:00 < Indietro

Ordine del giorno n. 9/4086/72

Conversione in legge, con modificazioni, del 225, recante proroga di termini previsti da?decreto-legge 29 dicembre 2010, n. disposizioni legislative e di interventi urgenti in materia tributaria e di sostegno alle imprese e alle famiglie - (A.C. 4086)


La Camera,

premesso che:

sono oltre quarantamila i piccoli? azionisti e obbligazionisti Alitalia, molti dei quali dipendenti della compagnia aerea che percepivano le proprie retribuzioni sotto forma di quote in azioni, divenuti quindi azionisti, obbligazionisti o warrantisti non per libera scelta ma per una sostanziale imposizione dei management societario;

l'articolo 7-octies 33 «Conversione?della legge 9 aprile 2009, n. 5, recante?in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi», prevede per i titolari del prestito obbligazionario «Alitalia 7,5 per cento 2002-2010 convertibile», emesso dalla società Alitalia-Linee aeree italiane S.p.A, la possibilità di cedere al Ministero dell'economia e delle finanze, i propri titoli in cambio di titoli di Stato di nuova emissione con scadenza 31 dicembre 2012 e con taglio minimo di 1.000 euro, vincolando il tutto all'osservanza delle condizioni e modalità specificate;

in data 2 aprile 2009 il Governo ha accolto come raccomandazione l'ordine del giorno 9/2187-A/89 nell'ambito della 5, nel quale si chiedeva un?conversione del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. impegno ad adottare ogni utile strumento volto a tutelare le decine di migliaia di incolpevoli cittadini che nel passato hanno acquistato le azioni Alitalia, investendo, a volte, i risparmi di una vita e che hanno diritto di sapere quale sarà la sorte dei loro titoli;

a tutt'oggi non si sono registrati sviluppi positivi per gli oltre quarantamila piccoli azionisti e obbligazionisti Alitalia,

impegna il Governo

a dare seguito all'atto di indirizzo accolto come raccomandazione nell'aprile 2009 al fine di dare un segnale concreto a quanti attendono di conoscere da anni la sorte dei loro risparmi e che, successivamente alla sospensione del titolo Alitalia, si sono trovati nella più totale incertezza, peraltro aggravata dall'attuale crisi economico-finanziaria.

9/4086/72 Compagnon

Fasi iter:

X