martedì 21 giugno 2011 04:41 < Indietro

Odg 9/4357-A/118 al DL Sviluppo a tutela dei piccoli azionisti Alitalia (Accolto dal Governo)

Apri immagine

AC 4357/A - Conversione in legge del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, concernente Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l'economia.

La Camera,
premesso che:

sono oltre quarantamila i piccoli azionisti e obbligazionisti Alitalia, molti dei quali dipendenti della compagnia aerea che percepivano le proprie retribuzioni sotto forma di quote in azioni, divenuti quindi azionisti, obbligazionisti o warrantisti non per libera scelta ma per una sostanziale imposizione del management societario;

l'articolo 7-octies della legge 9 aprile 2009, n. 33 «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, recante misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi», prevede per i titolari del prestito obbligazionario «Alitalia 7,5 per cento 2002-2010 convertibile», emesso dalla società Alitalia-Linee aeree italiane S.p.A, la possibilità di cedere al Ministero dell'economia e delle finanze, i propri titoli in cambio di titoli di Stato di nuova emissione con scadenza 31 dicembre 2012 e con taglio minimo di 1.000 euro, vincolando il tutto all'osservanza delle condizioni e modalità specificate;

in data 2 aprile 2009 il Governo ha accolto come raccomandazione l'ordine del giorno 9/2187-A/89 nell'ambito della conversione del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, nel quale si chiedeva un impegno ad adottare ogni utile strumento volto a tutelare le decine di migliaia di incolpevoli cittadini che nel passato hanno acquistato le azioni Alitalia, investendo, a volte, i risparmi di una vita e che hanno diritto di sapere quale sarà la sorte dei loro titoli;

la liquidazione della vecchia società Alitalia si sta per chiudere in bonis, come risulta dalla relazione finale sulla esecuzione del programma presentata il 13 gennaio 2011 dal commissario straordinario professor avvocato Fantozzi insieme al Ministro per lo sviluppo economico Romani;

il rilancio della nuova Alitalia sta procedendo con risultati positivi, come evidenziato dal presidente Colaninno e certificato dal progetto di bilancio per il 2010 approvato dal Consiglio di amministrazione del 25 febbraio 2011;

impegna il Governo

a dare concreta ed immediata attuazione agli impegni assunti in merito al rimborso degli azionisti e obbligazionisti della vecchia società Alitalia.

COMPAGNON

X