venerdì 19 febbraio 2010 12:00 < Indietro

Ordine del giorno n. 9/3196-A/18

Presentato al ddl di conversione, con modificazioni, del DL n. 195 del 2009: Disposizioni urgenti per la cessazione dello stato di emergenza in materia di rifiuti nella regione Campania, per l'avvio della fase post emergenziale nel territorio della regione Abruzzo ed altre disposizioni urgenti relative alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla protezione civile" - (A.C. 3196-A)


La Camera,
premesso che:
l'articolo 6 del provvedimento in esame stabilisce il valore dell'impianto del termovalorizzazione di Acerra, da riconoscere al soggetto già concessionario del servizio di smaltimento dei rifiuti;
l'importo fissato in 355 milioni di euro, viene determinato sulla base dei criteri stabiliti dallo studio Enea 2007 «Aspetti economici del recupero energetico da rifiuti urbani» con riferimento al parametro operativo del carico termico di progetto dell'impianto;
oggi, con i progressi tecnologici sempre più accelerati, appare di difficile comprensione la logica del calcolo dei valori dell'impianto con parametri datati di qualche anno;
è probabile che gli accordi sul costo dell'impianto stabiliti con il concessionario è stato fissato secondo i parametri di riferimento di quel periodo, mentre forse sarebbe stato più opportuno utilizzare i valori correnti e di mercato;
un impianto fotovoltaico, ad esempio, nel 2007 costava circa 6.000 euro a kw/h mentre oggi può scendere anche sotto i 4.000 kw/h,

impegna il Governo

a presentare un'accurata relazione al Parlamento sui parametri che hanno condotto alla fissazione del valore dell'impianto di termovalorizzazione di Acerra, al fine delle valutazioni di competenza.
9/3196-A/18. Compagnon, Libè.

Fasi iter:

ACCOLTO IL 19/02/2010

PARERE GOVERNO IL 19/02/2010

RINUNCIA ALLA VOTAZIONE IL 19/02/2010

CONCLUSO IL 19/02/2010

X